Il piano Ue per salvare l’export di grano dell’Ucraina

I punti chiaveFerme a Odessa 2,5 milioni di tonnellate di granoI problemi del trasporto su rotaiaI prodotti bloccati destinati all’Italia Allo studio soluzioni di medio-lungo termine Le principali destinazioniAscolta la versione audio dell'articolo

3' di lettura

È una emergenza nell’emergenza quella scoppiata nelle ultime settimane in Ucraina, dove milioni di tonnellate di grano sono bloccate dal conflitto con la Russia. Preoccupata da una grave crisi alimentare, la Commissione europea ha presentato ieri nuove iniziative per sbloccare l’export da un paese tra i maggiori produttori agricoli del mondo. Tra le altre cose, Bruxelles propone la creazione di una piattaforma logistica per aiutare la collaborazione tra i trasportatori europei e gli esportatori ucraini.

«Venti milioni di tonnellate di cereali – ha spiegato ieri la commissaria ai Trasporti, Adina Valean – devono mollare l’Ucraina nei prossimi tre mesi utilizzando le infrastrutture dell’Unione europea. Si tratta di una sfida gigantesca, per cui è fondamentale coordinare e ottimizzare le catene logistiche, formare nuovi percorsi ed evitare il più possibile le diverse strozzature».

Loading…

Similar Articles

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Advertismentspot_img

Instagram

Most Popular