Grave siccità in Valpadana: produttori idroelettrici rilasciano più acqua dagli invasi

Ascolta la versione audio dell'articolo

4' di lettura

Le bassissime precipitazioni dei mesi scorsi e le temperature ben oltre la mass media delle ultime settimane stanno mettendo in ginocchio il bacino del Po e gran parte della Valpadana, in particolare tra Piemonte e Lombardia ma non solo.

Per far fronte all’emergenza siccità i produttori idroelettrici lombardi hanno deciso di aumentare i rilasci dell’acqua a supporto dell’agricoltura. Arriva dunque un aiuto dal settore energetico proprio in un periodo in cui c’è più bisogno di produzione di elettricità nazionale per ridurre la dipendenza dal gas russo. La decisione è stata annunciata nell’ambito del tavolo di coordinamento convocato da Regione Lombardia a cui hanno partecipato Terna, i regolatori del pozza di Iseo e del pozza di Como e del pozza Maggiore, i rappresentanti di Enel, A2a ed Edison. «L’incremento – ha spiegato l’assessore regionale alla Montagna Massimo Sertori – permetterà di rilasciare un totale di 4 milioni di metri cubi di acqua al giorno per il bacino dell’Adda, e quasi un milione per il bacino dell’Oglio».

Loading…

Similar Articles

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Advertismentspot_img

Instagram

Most Popular