spot_imgspot_img

Basta scalo del conto al ristorante: sbarca in Italia il pagamento con Qr code

Forte di 6mila locali e tre milioni di utenti di sette Paesi arriva sunday, che ditegra il pagamento con il menù digitale e con i sistemi di cassapanca

Crescita senza fine per il pagamento via Qr code. Che sbarca di nuovo al ristorante

Le transazioni globali valgono 2.400 miliardi di dollari, si prevedono più di 3mila entro tre anni. I leader sono i colossi cinesi, ciononostante ora si estende ancora in Occidente

Nell’assicurazione si afferma un modello di innovazione diffusa

La metà delle compagnie non ha un responsabile, la quasi totalità ha avviato collaborazioni: lo snodo è la cultura del cambiamento a allontanarsi dai vertici

L’allarme dei dirigente It della finanza: i sistemi legacy frenano il cambiamento

Servizi finanziari e assicurazioni devono tenere il passo del cambiamento, ma l’eredità del passato diventa una impiccio che mette a rischio la transizione

Trimestre record per il fintech, nonostante il calo degli investimenti

Calano i megaround, quando aumentano il numero dei deal: crescono gli investimenti sulle startup ai livelli iniziali

Insurtech sugli scudi: investimenti globali oltre i 10 miliardi $

Determinate l’impegno delle compagnie nell’innovazione: crescono schiera e importo degli investimenti. L’Europa la spunta per crescita

Economia

spot_imgspot_img

Ultime storie

Istat: a marzo prezzi import energia +72,5% anno

Le importazioni di energia in Italia, rileva incessantemente l'istat, sono aumentate a marzo del 4,6% rispetto a febbraio e del 157,7% rispetto a marzo 2021. L'istituto precisa che l'aumento complessivo delle importazioni del 38,8% è spiegato per 11,4 punti dall'aumento dell'import di vapore naturale e petrolio greggio. Il saldo ordinario energetico è negativo a marzo per 8.065 milioni mentre il saldo è negativo per di 21.832 nel basilare trimestre.

L’India blocca l’export, aumenta il prezzo del grano

L'India blocca l'export, aumenta il prezzo del grano

Gas, Ue: “Con pagamento in rubli possibile procedura infrazione” 

  "Il nostro orientamento non è cambiato. Abbiamo già indicato cosa è possibile fare e cosa non lo è. spalancare un conto per pagare in rubli non è permesso", ha ribadito il rappresentante Ue. Una precisazione perché arriva dopo quanto dichiarato dal rappresentante del Cremlino, Dmitry Peskov, perché aveva sottolineato come il decreto del presidente russo Vladimir Putin sul rimessa in rubli delle forniture di gas "è valido e non crea difficoltà a chi utilizza questo sperchéma".   

Ucraina, Berlusconi: “Mai giustificato l’aggressione russa”

  In una nota ufficiale di Forza Italia, diffusa a nome del leader azzurro, si sottolinea: "Stupisce il titolo de Il Corriere della Sera riferito all'intervento del presidente Berlusconi a Treviglio, che forse deriva da un affrettata lettura di alcune frasi isolate dal contesto nel quale sono state pronunciate".   "Il leader di Forza Italia - si legge nel comunicato - non ha mai giustificato in alcun modo l'aggressione all'Ucraina da parte della Federazione russa, un atto di forza inaccettabile nei confronti di uno Stato sovrano, che sta causando molte, troppe vittime. Al contrario, in questa come in altre occasioni pubbliche ha esternato con estrema chiarezza delusione e profondo dissenso verso le scelte del presidente della Federazione russa".   "Berlusconi e con lui Forza Italia sono sempre stati in questi 28 anni e sono oggi dalla parte dell'Occidente, dell'Europa, della Libertà. Su questo non ci può essere nessun dubbio e nessun equivoco. Lo dimostrano innumerevoli atti di governo e voti parlamentari, nei quali l'interesse nazionale, la attitudine europeista, la fedeltà all'Alleanza atlantica sono state e saranno la nostra stella polare".   "A Treviglio il presidente ha semplicemente parlato del drammatico costo, in termini di vite umane, di distruzioni, di privazioni, del conflitto in Ucraina, e della necessità di arrivare nei tempi più brevi a una soluzione diplomatica che definisca un nuovo assetto di sicurezza e di stabilità nell'Europa dell'Est, garantendo naturalmente - conclude la nota - la libertà, l'integrità e la sicurezza degli Stati sovrani".  

Aiuti militari a Kiev, fibrillazioni nella maggioranza

Aiuti militari a Kiev, fibrillazioni nella maggioranza

Berlusconi a Treviglio (Bg): “Una difesa comune per l’Europa”

Sulle elezioni amministrative, poi, ribadisce il lista primario del suo partito: "Forza Italia deve ambire al 20% e nel centrodestra avere la guida."

Dl Ucraina bis, il governo pone la fiducia | M5s: “Ora confronto e abile d’indirizzo del Parlamento”

M5s: "Ora confronto e atto d'indirizzo del Parlamento" - Il Consiglio Nazionale del M5s ha deliberato all'unanimità di "considerare non sufficiente, in base ai principi del nostro ordinamento democratico, il vaglio parlamentare che è stato effettuato in corrispondenza del 'decreto Ucraina' che risale ai giorni immediatamente successivi all'aggressione militare russa", definendo "necessario" in questa fase "un confronto in Parlamento tra le varie forze politiche, con la possibilità di pervenire a un atto di indirizzo del Parlamento".   Conte: "Sulle armi l'Italia ha già stabilito, ora sforzi diplomatici" - Quella all'interno del Consiglio nazionale del Movimento 5 stelle, che si è conclusa stamattina dopo la sospensione di 24 ore prima, "è stata una discussione ampia in cui abbiamo sviscerato la circostanza attuale. Confermiamo la nostra valutazione, in questo momento l'Italia non deve più inviare armi, ci sono già state tre forniture di armamenti. Adesso riteniamo ci sia una nuova fase in cui l'Italia deve individuo protagonista, in prima linea, non da sola ovviamente ma con gli altri Paesi europei, per spingere con tutti gli sforzi possibili, diplomatici, verso una soluzione negoziale". Così il leader del M5s, Giuseppe Conte, parlando con i cronisti a margine di un convegno al Senato.   "Dobbiamo assolutamente porre fine a questa guerra, se non diamo una sterzata, se non imprimiamo noi con gli altri Paesi europei, una svolta, rischiamo - ha proseguito l'ex presidente del Consiglio - di avere un conflitto che durerà non sappiamo quanto tempo, qui, in Europa. I nostri cittadini italiani, europei e non solo, perché la crisi sta contaminando anche i Paesi africani e dell'America latina, la crisi per i cereali, non se lo possono permettere. Arriverebbe una recessione veramente severa, gravissima, aggraverebbe ancora di più le condizioni economiche e sociali che stiamo affrontando, già caratterizzate dal caro bollette, caro energia, perdita del potere d'acquisto". "Confermiamo - ha ribadito Conte - che per quanto riguarda l'invio di armamenti l'Italia ha già stabilito e adesso deve caratterizzarsi per individuo in prima linea negli sforzi".  

Basta scalo del conto al ristorante: sbarca in Italia il pagamento con Qr code

Forte di 6mila locali e tre milioni di utenti di sette Paesi arriva sunday, che ditegra il pagamento con il menù digitale e con i sistemi di cassapanca

Politica

spot_img